Buonabitacolo è un piccolo comune di 2825 abitanti, occupa una superficie territoriale pari a 15.39 Kmq e sorge ad un'altitudine di 501 metri sul livello del mare.

PDI per il tuo navigatore

Da questo link è possibile scaricare i Punti di Interesse da inserire nei navigatori più comuni

I Personaggi storici di Buonabitacolo

Francesco BradileoneTra i personaggi storici illustri, nati a Buonabitacolo, si distinse Francesco BRANDILEONE (25/01/1858, morto a Roma il 10/04/1929),considerato all’unanimità uno dei padri del diritto scientico italiano. Dopo un primo orientamento verso la letteratura classica e la carriera scientica – periodo nel quale scrisse un saggio critico comparato sulla poesia esiodea degli Erga e virgiliana dei Georgica – conseguì la specializzazione in Storia del Diritto allo Schupfer in Germania per poi insegnare a Sassari dal 1886, a Parma dal 1888; dal 1906 aancò alla Storia del Diritto italiano, il Diritto Canonico e il diritto ecclesiastico che insegnò presso l’Università di Bologna, dove detenne anche la direzione del dipartimento di scienze giuridiche dal 1911 al 1927, nonostante nel 1921 fosse subentrato allo Schupfer alla cattedra romana. Diversi i saggi e le opere di diritto privato e diritto bizantino che ha scritto: opere accomunate da rigore scientico e spirito critico, equilibrio e chiarezza discorsiva; la stessa che aveva permesso in gioventù di sviluppare a reciproca stima con il Croce.  Fu membro dell’Accademia dell’Accademia Pontaniana e dell’Accademia dei Lincei. Buonabitacolo gli ha tributato una delle strade più antiche del paese (la “Salita dell’Arco”) e una scuola Media.

Ma Buonabitacolo ha dato i natali a molti altri grandi della storia, come Pietro Francesco De Martino, decoratore e quadraturista (nato il 2/7/1681) che decorò – spesso aancato da artisti locali – molte chiese del Vallo di Diano, tra le quali: la Chiesa conventuale di S. Francesco d’Assisi a Padula; la Spezieria, la Foresteria nobile e la Loggia dell’appartamento Priorale della Certosa di San Lorenzo a Padula; il monastero di Maria SS. della Colomba ad Atena Lucana; la navata centrale della Chiesa conventuale di S. Antonio a Polla; il sotto cassettonato della chiesa di S. Francesco a Teggiano; spingendosi in diversi luoghi della Lucania. Ma la storia di Buonabitacolo è ricca degli interventi illuminati di tanti religiosi, come ad esempio il Vescovo Nicola De Martino (17/12/1818 – 11/05/1881) che curò personalmente il restauro integrale della Chiesa Matrice della SS. Annunziata; rmò l’atto battesimale di Francesco Brandileone; e curò a Venosa la formazione spirituale di molti uomini di fede. Le sue spoglie mortali riposano nella cappella di famiglia.
Il Vescovo Francesco Antonio Leopardi (21/01/1635 – 10/02/1717) curò dapprima la decorazione della cappella di San Domenico, Vescovo di Marsico, poi arcivescovo di Tricarico: luoghi dove svolse una imponente azione evangelizzatrice- A Tricarico sostenne la ricostruzione e profuse aiuti materiali dopo il violento terremoto dell’8 settembre 1694.
Il Vescovo Nicolò Spinelli (3/2/1661 – fu dapprima abate della comunità monastica di S. Egidio ad Altavilla Silentina; poi Vescovo di Ugento (LE) dove combatté ecacemente la mentalità illuministica che sovvertiva il magistero della Chiesa a favore della “religione naturale”. Morì a Napoli, dove riposa tuttora nella chiesa di S. Maria Ognibene.